Casabona

L’insediamento è ordinato su terrazze parallele che si estendono sui due crinali di valle Cupa ed ogni terrazza sfocia nella stessa via di fondo valle. L’insediamento rappresenta una scelta urbanistica che va dall’età del bronzo all’epoca dei Bizantini.

Si tratta di una vera e propria civiltà rupestre. Le otto terrazze parallele contengono decine di grotte che presentano le caratteristiche tipiche dell’abitazione troglodita.

La parte più interna della grotta è divisa da una parete, la parte più piccola: il vano letto, mentre la grande fungeva da cucina-soggiorno. Sul suolo si aprono piccole nicchie utilizzate per conservare orcioli contenenti vino, acqua, miele e cereali. I fori nella parte più alta servivano ad istallare ripiani di canne per conservare alimenti. Alcune di queste abitazioni sono fornite di focolare. Sembra che l’insediamento dovesse contenere almeno 200 fuochi. L’attività principale era la pastorizia, quindi, una civiltà nomade, non mancava però la parte rurale rivelata dalla esistenza di locali adibiti a palmenti con vasche per la fermentazione del vino.

Potrebbe interessarti:

Crotone

La fondazione di Crotone risale al 718 a. C. ad opera degli Achei in seguito alla profezia dell’oracolo di Apollo di Delfi. La costa, a

Verzino

Nella valle del “marchesato” e precisamente a Verzino si trova un vasto insediamento rupestre abitato da civiltà preistoriche Paleolitica prima e Neolitica poi. Questi insediamenti

Magico Ampollino

Siamo sempre sull’altopiano della Sila e da qui ci muoviamo per andare a Butirro. Da qui percorreremo sentieri mozzafiato che incantano anche nel periodo autunnale

Capo Colonna

Museo e parco archeologico nazionale. Il parco occupa la punta orientale del promontorio “Lakinion Akron”. L’area archeologica comprende l’antico luogo di culto della dea Hera

Cotronei

Nell’attuale territorio silano di Cotronei sin dall’età del bronzo c’era presenza di nomadi con i loro armenti nelle alture ricche di erbe, boschi e acque.

La Calabria nelle Tavole di Gabriela

Con questo calendario vi porterò alla scoperta di una Calabria fantastica, naturale e primordiale dove la natura si intreccia con una cultura millenariaIl lago Ampollino