Castagne

Una vera miniera di sostanze benefiche: ferro, potassio, magnesio,
fosforo, sali minerali, vit B2, acido folico. Per secoli sono state il “pane dei poveri”
Il loro potere energetico le rende perfette per chi pratica sport.
Una curiosità: l’acqua di cottura delle castagne è un eccellente fertilizzante naturale.

Andrebbero mangiate almeno tre volte a settimana. Per cui prepariamo una minestra di ceci e castagne.
In pentola a pressione preparo prima i ceci facendo soffriggere uno spicchio di aglio in poco olio, aggiungo i ceci, sale, un rametto di rosmarino e copro di acqua . Faccio cuocere 20min dal soffio.
Sempre a pressione preparo le castagne private della prima scorza in pentola con sale alloro e acqua faccio cuocere 20 min dal fischio; le scolo e le privo della seconda buccia; le condisco con due cucchiai abbondanti di miele, le unisco ai ceci e le faccio insaporire sul fuoco ancora qualche minuto.

Piatti Sia

Bicchieri Dior

Vino Muranera Iuzzolini

Potrebbe interessarti:

Frutti d’autunno

L’autunno è una stagione ricca di bellezza. La vegetazione assume colori caldi disegnando mosaici che incantano. La bellezza va oltre lo sguardo con le delizie

Muranera

Ottenuto da uva di Gaglioppo Magliocco, Cabernet Sauvignon e Marlot in vigneti coltivati nel territorio del piccolo borgo di Carfizzi a 300 m. S.L.M.Rosso porpora

Sutri

Le sue origini risalgono all’età del bronzo.Secondo la leggenda fu fondata da un popolo di navigatori orientali: i Pelasgi.Provincia di Viterbo dista 50 km da

Patate

Originaria delle Ande, coltivata nella regione del lago Titicaca, la patata era uno degli alimenti principali degli Inca.Nel 1537 i conquistadores spagnoli del Perù la

Nocciole

Il nocciolo, che appartiene alla famiglia delle betulacee, è una pianta tipica italianaDopo il quinto-sesto anno dalla messa a dimora comincia la produzione di nocciole.Le

Verde sorgente

L’acqua che sotto forma di pioggia cade sui terreni, infiltra naturalmente il sottosuolo, dove si accumula nelle microscopiche cavità tra granelli di roccia, saturando il