Chiaro di luna

Un chiaro è la luce di un astro che un corpo celeste emette o riflette su un altro e che è in grado di dissipare l’oscurità della notte.
Il chiaro di luna è l’illuminazione notturna della terra prodotta dalla luce solare riflessa sulla luna.
Il chiaro di luna ha ispirato grandi musicisti come Chopin e Beethoven che dedicò la sua sonata ad una donna che amò perdutamente, Giulietta Guicciardi, che lo tradì sposando un altro lasciandolo in un profondo sconforto.
La sonata infatti crea un’atmosfera malinconica e coinvolgente, chiudendo gli occhi durante l’ascolto, si riesce quasi ad immaginare di essere al centro di una notte stellata al chiaro di luna, di poterne vivere la pienezza e di ammirare la bellezza di un cielo stellato.

Noi molto più prosaici prepariamo
Spaghetti alla chitarra con cipolle e capperi fritti
X4
220 gr di spaghetti
2 zucchine
1 cipolla
2 cucchiai di capperi
150 gr di burrata
Peperoncino, olio sale e farina

Sciacquate i capperi
Riducete a spaghetti le zucchine con l’ apposito attrezzo
Tritate la cipolla e mescolatela con la farina
Friggete i capperi strizzati e poi nello stesso olio, la cipolla sgocciolate il tutto su carta da cucina
Lessate la pasta aggiungendo le zucchine all’ultimo min di cottura
Scolate e condite con un filo d’olio la burrata a pezzetti e mescolate
Cospargete con la cipolla e i capperi e un pizzico di peperoncino

Nella mia variante condisco ripassando la pasta con poco olio in cui ho fatto friggete un cipollotto affettato con la mandolina.

Bicchieri il Tucano

Piatti Ceramica Italiana

Vino Muranera Iuzzolini

Potrebbe interessarti:

Verde sorgente

L’acqua che sotto forma di pioggia cade sui terreni, infiltra naturalmente il sottosuolo, dove si accumula nelle microscopiche cavità tra granelli di roccia, saturando il

Sogno di una notte di mezza estate

Sogno di una notte di mezza estate è forse la commedia di Shakespeare più conosciuta insieme a Giulietta e Romeo.Scritta intorno al 1595 segue le

Ninfe e ninfee

Nella mitologia classica le ninfe sono divinità minori femminili, venerate dai Greci, come geni benigni.Abitatrici delle fonti dei fiumi dei laghi delle foreste e dei

L’ape regina

L’ape regina è la madre di tutte le api presenti nell’alveare. Nasce da una larva scelta dalle operaie è nutrita con pappa reale all’interno della

Gemme di cristallo

L’arte di tagliare le gemme è antica di migliaia di anni e consiste nel trasformare cristalli grezzi in gemme splendenti di vivida luceE’ l’arte di

Riccio + riccio

Il riccio comune appartiene al genere dell’Erinaceus e non, come spesso si pensa, a quello dei roditoriInsieme a talpe e toporagni i ricci costituiscono un