E … che cavolo!

Famiglia delle Crucifere, contiene: fibre, minerali, alto contenuto di vitamina A, C e B.
Il cavolo è ricco di quercitina potente antiossidante e antinfiammatorio, con azione antivirale, immunoregolatoria, antiallergica, gastroprotettiva, antiaterosclerotica.
Cosa chiedere di più ad un ortaggio che si presta benissimo anche alla funzione ornamentale e che, se adoperato frequentemente in cucina, ci assicura un benessere impareggiabile?
La tavola che vi presento oggi gioca con i toni del verde e, i cavoli del centrotavola padroneggiano la scena
La tovaglia è di iuta su cui ho posato delle tovagliette a forma di foglia di filodendro. I tovaglioli sono di lino verde e il piatto fondo a forma di cavolo.

Fra le tante varietà, per questa tavola ho scelto il cavolo verza, il rosso ed il cavolo romanesco.

Zuppa di cavoli
Soffriggere in olio di oliva un trito di cipolla sedano, carote ed un aglio intero unite 500gr di patate a tocchetti la parte tenera dei cavoli tagliata a striscioline (500gr di cavolo verza e 1 mazzetto di cavolo nero ) aggiungete al soffritto di odori aggiustate di sale pepe e peperoncino.
Coprite con 1 litro e mezzo di brodo vegetale e cuocete per 30 minuti.
Servite con del pane tostato

Vino Canayli Vermentino di Gallura

Scodella Bordallo Pineiro

Piatti Wedgwood

Tovagliette filodendro Sia

Potrebbe interessarti:

Crotone

La fondazione di Crotone risale al 718 a. C. ad opera degli Achei in seguito alla profezia dell’oracolo di Apollo di Delfi. La costa, a

Verzino

Nella valle del “marchesato” e precisamente a Verzino si trova un vasto insediamento rupestre abitato da civiltà preistoriche Paleolitica prima e Neolitica poi. Questi insediamenti

Magico Ampollino

Siamo sempre sull’altopiano della Sila e da qui ci muoviamo per andare a Butirro. Da qui percorreremo sentieri mozzafiato che incantano anche nel periodo autunnale

Casabona

L’insediamento è ordinato su terrazze parallele che si estendono sui due crinali di valle Cupa ed ogni terrazza sfocia nella stessa via di fondo valle.

Capo Colonna

Museo e parco archeologico nazionale. Il parco occupa la punta orientale del promontorio “Lakinion Akron”. L’area archeologica comprende l’antico luogo di culto della dea Hera

Cotronei

Nell’attuale territorio silano di Cotronei sin dall’età del bronzo c’era presenza di nomadi con i loro armenti nelle alture ricche di erbe, boschi e acque.