Fabergè

Le uova Fabergè furono una realizzazione di gioielleria ideata da Carl Fabergè presso la corte dello zar di tutte le Russie. Il primo uovo fu realizzato nel 1885, commissionato dallo zar Alessandro lll di Russia, come sorpresa di Pasqua per la moglie Maria Fedorovna.
L’uovo di smalto bianco conteneva un tuorlo d’oro contenente, a sua volta, una gallina d’oro smaltata con occhi di rubino. Queste preziose creazioni sono esposte, per la maggior parte, nel palazzo dell’Armeria del Cremlino di Mosca.
Mentre, una collezione più piccola si trova nel museo di New Orleans. Quello del piatto è una chiara ispirazione.

Possiamo pensare ad una tavola con sensazioni rosa, affollata di bicchieri e cristalli.

Tacchino farcito in crosta
1 grossa fesa di tacchino ben battuta.
350 gr di vitello macinata, salsiccia, scorza di limone, noce moscata, mezzo bicchiere di vino rosso, prezzemolo, 1 rotolo di pasta per pizza, rosmarino, alloro, salvia, olio, sale, pepe e timo.
Unite alle carni le spezie e gli odori, stendete la fesa ponete al centro il mix di carni e chiudete sigillando con spago da cucina. Fate rosolare in casseruola con olio sale e pepe, sfumate con il vino e cuocete per 40 minuti.
Lasciate raffreddare, poi avvolgete con la pasta, spennellate con olio e cuocete in forno a 180 gr per 25 minuti.

Piattini Bitossi

Piatti Villeroy & Boch

Vino Muranera Iuzzolini

Potrebbe interessarti:

Crotone

La fondazione di Crotone risale al 718 a. C. ad opera degli Achei in seguito alla profezia dell’oracolo di Apollo di Delfi. La costa, a

Verzino

Nella valle del “marchesato” e precisamente a Verzino si trova un vasto insediamento rupestre abitato da civiltà preistoriche Paleolitica prima e Neolitica poi. Questi insediamenti

Magico Ampollino

Siamo sempre sull’altopiano della Sila e da qui ci muoviamo per andare a Butirro. Da qui percorreremo sentieri mozzafiato che incantano anche nel periodo autunnale

Casabona

L’insediamento è ordinato su terrazze parallele che si estendono sui due crinali di valle Cupa ed ogni terrazza sfocia nella stessa via di fondo valle.

Capo Colonna

Museo e parco archeologico nazionale. Il parco occupa la punta orientale del promontorio “Lakinion Akron”. L’area archeologica comprende l’antico luogo di culto della dea Hera

Cotronei

Nell’attuale territorio silano di Cotronei sin dall’età del bronzo c’era presenza di nomadi con i loro armenti nelle alture ricche di erbe, boschi e acque.