Le Castella

Questo magnifico squarcio di Calabria è certamente noto per il suo castello Aragonese e per lo splendido mare ma, per me è reso intrigante per la presenza nella piazza della statua del corsaro Uluch Alì nato, appunto, a Le Castella con il nome di Giovanni Dionigi Galeni nel 1519.
Catturato dal corsaro Algerino Khayr fu fatto prigioniero ma si ribellò e lottò fino a diventare comandante della flotta di Alessandria, poi Pascià di Algeri e infine governatore di Tripoli.
Ammiraglio della flotta Turca tramò con vari cospiratori per staccare la Calabria dai regni spagnoli e unirla ai domini Turchi.
Da un brano del Don Chisciotte: “Infine l’armata tornò a Costantinopoli vincitrice, e dopo pochi mesi passò fra gli estinti l’Uccialì, il mio padrone”.

Prepariamo
Capesante gratinate al profumo di lime

12 capesante
300 gr di cime di broccolo
2 fette di pane di grano duro
60gr di granella di pistacchi
1 lime, 1mazzetto di finocchietto, aglio, burro, olio sale e pepe
Salate il broccolo e infornatelo a 190° per 15 minuti.
Rosolate la polpa delle capesante nel burro per 3 minuti, salate e pepate.
Frullate la mollica di pane con il finocchietto e l’aglio.
Unite un filo di olio, la scorza del lime grattugiata, i pistacchi e un pizzico di sale.
Tostate in padella per qualche minuto.
Disponete nei gusci e servite dopo aver cosparso di panatura.

Vino Donna Giovanna Iuzzolini

Piatti Limoges

Bicchieri Dior

Potrebbe interessarti:

Caccuri

Già abitata in età romana, nel x secolo fu sede di tre piccoli monasteri.Poi feudo dei Polissena, Ruffo, Carafa, Cavalcanti e Barracco. Il castello fu

Le Castella

Questo magnifico squarcio di Calabria è certamente noto per il suo castello Aragonese e per lo splendido mare ma, per me è reso intrigante per

Isola Capo Rizzuto

Fu fondata intorno al 900 DC con il toponimo Greco di Asylon. Intorno al 1090.Sotto l’impero romano d’Oriente la piccola diocesi di Isola crebbe, in

Cirò

L’origine di Cirò risale all’età del bronzoL’area monumentale arcaica sorgeva nella contrada “Cozzo Leone” mentre l’area necropolare si estendeva in prossimità della contrada “S. Elia”.La

Santa Severina

Gioiello incastonato nella roccia, S. Severina domina la valle del Neto.Nel V secolo a.C. l’abitato è documentato come città dell’Enotria con il nome greco di

Crotone

La fondazione di Crotone risale al 718 a. C. ad opera degli Achei in seguito alla profezia dell’oracolo di Apollo di Delfi. La costa, a