Nuove tendenze

Tutti gli appassionati di piatti e vasellame sanno che ogni oggetto porta con sè una connotazione decorativa importante che varia dal semplice gesto grafico fino al simbolo del paese di ispirazione: da uno storico decoro classico ad un ideogramma famoso.

Il volto della cantante lirica Lina Cavalieri decora un piatto in ceramica.
Ogni anno, in edizione limitata, arricchisce la collezione “tema e variazioni” del brand Formasetti che si può trovare sia a Londra che a Milano. A Roma, invece, basta andare alla Rinascente e visitare il reparto piatti per trovare tante novità.

Trovo che questi piatti di Bitossi siano nuovi e divertenti.

Prepariamo
Spaghettoni con pancetta
60gr di pecorino
40gr di grana padano
Grattugiati
2 scalogni
40 gr di pancetta a pezzetti
1 bicchiere di vino rosso
Olio evo
Nocciole
1 cucchiaino di paprika
Sale e pepe
In poco olio fate rosolare gli scalogni con la pancetta sfumate con il vino è fate ridurre.
In una terrina mescolate i formaggi con la paprika aggiungendo un po’ di acqua di cottura per ottenere una cremina.
Condite la pasta nella padella con gli scalogni, la crema di formaggi, le nocciole tritate e fettine di pancetta resa croccante in padella.

Piatti Bitossi

Vino Muranera Iuzzolini

Potrebbe interessarti:

Caccuri

Già abitata in età romana, nel x secolo fu sede di tre piccoli monasteri.Poi feudo dei Polissena, Ruffo, Carafa, Cavalcanti e Barracco. Il castello fu

Le Castella

Questo magnifico squarcio di Calabria è certamente noto per il suo castello Aragonese e per lo splendido mare ma, per me è reso intrigante per

Isola Capo Rizzuto

Fu fondata intorno al 900 DC con il toponimo Greco di Asylon. Intorno al 1090.Sotto l’impero romano d’Oriente la piccola diocesi di Isola crebbe, in

Cirò

L’origine di Cirò risale all’età del bronzoL’area monumentale arcaica sorgeva nella contrada “Cozzo Leone” mentre l’area necropolare si estendeva in prossimità della contrada “S. Elia”.La

Santa Severina

Gioiello incastonato nella roccia, S. Severina domina la valle del Neto.Nel V secolo a.C. l’abitato è documentato come città dell’Enotria con il nome greco di

Crotone

La fondazione di Crotone risale al 718 a. C. ad opera degli Achei in seguito alla profezia dell’oracolo di Apollo di Delfi. La costa, a