Ossi di seppia

Questi legnetti bianchi mi fanno pensare a degli ossi di seppia.
Montale, nella sua pessimistica visione della vita con tanto di “sentimento di emarginazione ed aridità“, si proietta nei nostri giorni con la forza di penetrazione di un gigante.
Ma noi, che siamo ottimisti, pensiamo che tutto passerà e torneremo a “riveder le stelle“.

Prepariamo
Soppa tal-Armla
1 cipolla bianca
2 spicchi d’aglio
500 gr di cavolfiore
150 gr di carote
300 gr di patate
1 pezzetto di midollo
100 gr di piselli
750 ml di acqua
1 dado di brodo vegetale
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
250 gr di formaggio tipo mozzarella affumicata
Soffriggete la cipolla in poco olio
Aggiungete l’aglio e il midollo
Quindi carote , cavolfiore e patate
Dopo 5 min il concentrato il dado e l’acqua
Poi i piselli
Fate sobollire per 30 min circa e prima di servire aggiungete il formaggio.

Piatti Willeroy&Boch

Bicchieri Dior

Tovagliette Maison du Monde

Vino Donna Giovanna Iuzzolini

Potrebbe interessarti:

Caccuri

Già abitata in età romana, nel x secolo fu sede di tre piccoli monasteri.Poi feudo dei Polissena, Ruffo, Carafa, Cavalcanti e Barracco. Il castello fu

Le Castella

Questo magnifico squarcio di Calabria è certamente noto per il suo castello Aragonese e per lo splendido mare ma, per me è reso intrigante per

Isola Capo Rizzuto

Fu fondata intorno al 900 DC con il toponimo Greco di Asylon. Intorno al 1090.Sotto l’impero romano d’Oriente la piccola diocesi di Isola crebbe, in

Cirò

L’origine di Cirò risale all’età del bronzoL’area monumentale arcaica sorgeva nella contrada “Cozzo Leone” mentre l’area necropolare si estendeva in prossimità della contrada “S. Elia”.La

Santa Severina

Gioiello incastonato nella roccia, S. Severina domina la valle del Neto.Nel V secolo a.C. l’abitato è documentato come città dell’Enotria con il nome greco di

Crotone

La fondazione di Crotone risale al 718 a. C. ad opera degli Achei in seguito alla profezia dell’oracolo di Apollo di Delfi. La costa, a