Patate

Originaria delle Ande, coltivata nella regione del lago Titicaca, la patata era uno degli alimenti principali degli Inca.
Nel 1537 i conquistadores spagnoli del Perù la portarono nel nostro continente, ma non subito venne apprezzata.
Fu solo all’inizio dell’Ottocento con l’introduzione di varietà diverse che la patata prese il volo.
Costituita principalmente da carboidrati ed amidi, è fonte di vitamine e minerali.
Soprattutto vit C, potassio, vit B5, folati, fosforo, ferro e zinco.
Una varietà particolare è la patata viola.
Ricca di antocianine è ipocalorica.
In 100 gr solo 80 cl.
Oltre al colore particolare ha anche un sapore caratteristico che ricorda le castagne con la dolcezza delle nocciole.

Pure’ di patate viola con carote croccanti e rosmarino

600 gr di patate viola
200 gr di carote
150 ml di latte
40 gr di burro
40 gr di parmigiano
Un rametto di rosmarino
Sale e pepe
Lessate le patate frullatele e versatele in un tegame in cui avete fatto sciogliere il burro
Aggiungete sale pepe e rosmarino
Unite a filo il latte caldo e fate cuocere 5 min quindi aggiungete il parmigiano
A parte grigliate le carote tagliate a strisce fino a renderle croccanti
Unitele al pure e servite

Piatti Villeroy & Boch

Bicchieri Ikea

Tovagliette Culti

Vino Donna Giovanna Iuzzolini

Potrebbe interessarti:

Crotone

La fondazione di Crotone risale al 718 a. C. ad opera degli Achei in seguito alla profezia dell’oracolo di Apollo di Delfi. La costa, a

Verzino

Nella valle del “marchesato” e precisamente a Verzino si trova un vasto insediamento rupestre abitato da civiltà preistoriche Paleolitica prima e Neolitica poi. Questi insediamenti

Magico Ampollino

Siamo sempre sull’altopiano della Sila e da qui ci muoviamo per andare a Butirro. Da qui percorreremo sentieri mozzafiato che incantano anche nel periodo autunnale

Casabona

L’insediamento è ordinato su terrazze parallele che si estendono sui due crinali di valle Cupa ed ogni terrazza sfocia nella stessa via di fondo valle.

Capo Colonna

Museo e parco archeologico nazionale. Il parco occupa la punta orientale del promontorio “Lakinion Akron”. L’area archeologica comprende l’antico luogo di culto della dea Hera

Cotronei

Nell’attuale territorio silano di Cotronei sin dall’età del bronzo c’era presenza di nomadi con i loro armenti nelle alture ricche di erbe, boschi e acque.