Quando il colore trionfa

E’ il colore che da sempre influenza tutte le manifestazioni artistiche dell‘umanità. Dalle iscrizioni rupestri, alle tombe egizie. E’ meraviglioso pensare che per loro il verde ed il turchese richiamavano la vegetazione e l’acqua e rappresentavano giovinezza e rigenerazione
Il nero della terra fecondata dal Nilo simboleggiava l’eterno rinascere della natura.
E’ il colore che governa la nostra anima regalandoci sensazioni che, in molti casi, riusciamo ad esprimere dando vita a forme artistiche talvolta immortali.
Colore è la percezione visiva delle varie radiazioni elettromagnetiche dello spettro visibile
Pensiamo alla cromoterapia all’effetto rilassante del verde o eccitante dell’arancione
Applicato in cucina può essere un ottimo stratagemma.
Il rosso è lo stimolante dell’appetito più forte … sfruttiamolo!!!

La tavola di oggi è un vero trionfo di colore ivi comprese tutte le sfumature dal rosso all’arancio.
Cominciamo dal centrotavola con fiori diversi e peperoncini a cui ho aggiunto alcuni elementi secchi (bacche di palma e carciofi colorati).
I sottopiatti, che meraviglia, anche quelli un bouquet di fiori e, per non nasconderli, ho usato piatti di cristallo praticamente invisibili.

Le foto si commentano da sole e a proposito di colore questo contorno sembra fatto ad hoc.

A questo contorno ho abbinato un Roast-Beef al sale.
Ricetta: condisco un taglio da roast-beef di manzo con un trito di rosmarino , alloro e timo ,massaggiando la carne da tutti i lati. Cospargo il fondo di una teglia con 2 cm di sale grosso continuo fino a ricoprire tutta la carne ;inumidisco con poca acqua in modo che il sale si possa indurire durante la cottura .
Faccio cuocere in forno statico a 200 per 25 min

immagine Pixabay

Vino Chianti Classico Ruffino Riserva Reale Oro

Piatti Carlo Monti

Sottopiatti Schumann

Bicchieri Dior

Potrebbe interessarti:

Caccuri

Già abitata in età romana, nel x secolo fu sede di tre piccoli monasteri.Poi feudo dei Polissena, Ruffo, Carafa, Cavalcanti e Barracco. Il castello fu

Le Castella

Questo magnifico squarcio di Calabria è certamente noto per il suo castello Aragonese e per lo splendido mare ma, per me è reso intrigante per

Isola Capo Rizzuto

Fu fondata intorno al 900 DC con il toponimo Greco di Asylon. Intorno al 1090.Sotto l’impero romano d’Oriente la piccola diocesi di Isola crebbe, in

Cirò

L’origine di Cirò risale all’età del bronzoL’area monumentale arcaica sorgeva nella contrada “Cozzo Leone” mentre l’area necropolare si estendeva in prossimità della contrada “S. Elia”.La

Santa Severina

Gioiello incastonato nella roccia, S. Severina domina la valle del Neto.Nel V secolo a.C. l’abitato è documentato come città dell’Enotria con il nome greco di

Crotone

La fondazione di Crotone risale al 718 a. C. ad opera degli Achei in seguito alla profezia dell’oracolo di Apollo di Delfi. La costa, a