Varianti

In questo caso ho messo in risalto la corona centrale e per renderla più importante l’ho arricchita con le collane rosse e sollevata con una scatola.

Ho cambiato anche i tovaglioli e aggiunto qualche elemento decorativo come le ciotole con le rose.

Ed ecco che con piccole varianti otteniamo una tavola diversa.

Propongo:

Filetto alla Wellington
Con salsa di senape.

Per sei.

6 medaglioni di filetto di manzo da 200 gr
1 bicchiere di cognac
30 gr di porcini
300 gr di champignon freschi, burro, senape francese, sale, pepe, 6 fette di prosciutto crudo
600 gr di pasta sfoglia
2 tuorli sbattuti
Per la salsa: 100 ml di panna
100 ml di senape francese
50 gr di miele
Rosolate la carne, sfumate con il cognac salate, pepate e spennellate con la senape
Fate cuocere i funghi in una padella antiaderente con poco olio e uno spicchio di aglio e frullateli
Su un foglio di pellicola stendete il prosciutto e copritelo con la purea di funghi quindi avvolgete la carne e fatela riposare in frigo avvolta nella pellicola per 15 minuti
Avvolgete i medaglioni con la pasta sfoglia spennellate con i tuorli e infornate a 200 per 15 minuti
Servite con la salsa preparata scaldando in un pentolino la panna con il miele e la senape.

Piatti Wedgwood

Bicchieri Dior

Vino Paternum Iuzzolini

Potrebbe interessarti:

Caccuri

Già abitata in età romana, nel x secolo fu sede di tre piccoli monasteri.Poi feudo dei Polissena, Ruffo, Carafa, Cavalcanti e Barracco. Il castello fu

Le Castella

Questo magnifico squarcio di Calabria è certamente noto per il suo castello Aragonese e per lo splendido mare ma, per me è reso intrigante per

Isola Capo Rizzuto

Fu fondata intorno al 900 DC con il toponimo Greco di Asylon. Intorno al 1090.Sotto l’impero romano d’Oriente la piccola diocesi di Isola crebbe, in

Cirò

L’origine di Cirò risale all’età del bronzoL’area monumentale arcaica sorgeva nella contrada “Cozzo Leone” mentre l’area necropolare si estendeva in prossimità della contrada “S. Elia”.La

Santa Severina

Gioiello incastonato nella roccia, S. Severina domina la valle del Neto.Nel V secolo a.C. l’abitato è documentato come città dell’Enotria con il nome greco di

Crotone

La fondazione di Crotone risale al 718 a. C. ad opera degli Achei in seguito alla profezia dell’oracolo di Apollo di Delfi. La costa, a