Verde sorgente

L’acqua che sotto forma di pioggia cade sui terreni, infiltra naturalmente il sottosuolo, dove si accumula nelle microscopiche cavità tra granelli di roccia, saturando il suolo fino a raggiungere uno strato di terreno impermeabile.
La sorgente è il luogo in cui nasce il fiume.
Può essere una sorgente glaciale, cioè formata dall’ acqua che si scioglie da un ghiacciaio, oppure, può essere il punto del terreno da cui escono uno o più rivoli di acqua.
Una sorgente è, comunque, qualcosa che viene alla luce, sinonimo di vita e non c’è niente di più bello che pensare che la vita è amore, sogno e speranza. E ciò ci regala le ali.

Spaghetti all’arrabbiata

350 gr di spaghetti
400 gr di pomodori ciliegini gialli
Peperoncino
3cucchiai di olive taggiasche prezzemolo
2 spicchi di aglio olio e sale 1 peperoncino
In un wok scaldate 5cucchiai di olio co l’aglio e i pomodori cuocete 10 min poi aggiungete il peperoncino le olive e fate cuocere altri 5 min

Scolate la pasta molto al dente e fatela mantecare nel wok
Cospargetela di prezzemolo ed un filo di olio

Piatti Ceramica Italiana

Sottopiatti Maison du Monde

Bicchieri il Tucano

Vino Muranera Iuzzolini

Potrebbe interessarti:

Crotone

La fondazione di Crotone risale al 718 a. C. ad opera degli Achei in seguito alla profezia dell’oracolo di Apollo di Delfi. La costa, a

Verzino

Nella valle del “marchesato” e precisamente a Verzino si trova un vasto insediamento rupestre abitato da civiltà preistoriche Paleolitica prima e Neolitica poi. Questi insediamenti

Magico Ampollino

Siamo sempre sull’altopiano della Sila e da qui ci muoviamo per andare a Butirro. Da qui percorreremo sentieri mozzafiato che incantano anche nel periodo autunnale

Casabona

L’insediamento è ordinato su terrazze parallele che si estendono sui due crinali di valle Cupa ed ogni terrazza sfocia nella stessa via di fondo valle.

Capo Colonna

Museo e parco archeologico nazionale. Il parco occupa la punta orientale del promontorio “Lakinion Akron”. L’area archeologica comprende l’antico luogo di culto della dea Hera

Cotronei

Nell’attuale territorio silano di Cotronei sin dall’età del bronzo c’era presenza di nomadi con i loro armenti nelle alture ricche di erbe, boschi e acque.